TUTELA DEL PATRIMONIO

L'importanza del Notaio

La destinazione impressa a tutto o parte del patrimonio costituisce un vincolo al relativo utilizzo ma, contemporaneamente, protegge dall'aggressione di eventuali futuri creditori.

Assistiamo ogni cliente nella costituzione di patrimoni destinati favorendo l'identificazione della soluzione giuridica più idonea allo scopo prefissato.

 

Fondo patrimoniale

Il fondo patrimoniale è una convenzione matrimoniale che consente di destinare determinati beni a far fronte ai bisogni della famiglia.

Il vincolo di inespropriabilità pone tali beni al riparo delle vicende economiche personali e/o imprenditoriali dei coniugi.

 

I beni costituiti in fondo patrimoniale non possono essere aggrediti dai creditori personali del conferente.

 

Vincoli di destinazione

Con l'atto di destinazione taluni beni vengono vincolati alla realizzazione di interessi meritevoli di tutela per un periodo non superiore a 90 anni o per la durata della vita della persona fisica beneficiaria,

 

I beni sui quali è stato impresso tale vincolo non possono essere aggrediti dai creditori personali del conferente.

 

Trust

Il trust è rapporto giuridico che sorge per effetto della stipula di un atto tra vivi o di un testamento, con cui un soggetto (settlor) trasferisce ad un altro soggetto (trustee) beni o diritti con l’obbligo di amministrarli nell’interesse del disponente o di altro soggetto (beneficiario) oppure per il perseguimento di uno scopo determinato, sotto l’eventuale vigilanza di un terzo (protector), secondo le regole dettate dal disponente nell’atto istitutivo di trust e dalla legge regolatrice dello stesso (che deve essere necessariamente straniera). 

 

L’atto istitutivo di regola prevede che, alla scadenza del trust, i beni o i diritti conferiti nel trust vengano trasferiti al beneficiario del trust (che può anche essere lo stesso disponente).  E’ anche possibile che il trust sorga per effetto di una dichiarazione unilaterale del disponente, che si dichiara trustee di beni o diritti nell’interesse di beneficiario o per il perseguimento di uno scopo (si parla in tal caso di trust c.d. autodichiarato). 

 

La proprietà dei beni o diritti oggetto del trust spetta al trustee, il quale è però gravato dall'obbligo di amministrarli nell'interesse altrui. I beni o diritti oggetto di trust costituiscono un patrimonio separato rispetto ai rapporti giuridici personali del trustee e pertanto non possono essere aggrediti dai creditori personali del trustee, né fanno parte del regime matrimoniale o della successione del trustee.

1/4

© 2020 by THINK! BCorp

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale